Apparecchi Elettromedicali: cosa sono?

apparecchiatura_elettromedicale_01

Abbiamo piA? volte parlato di apparecchi elettromedicali nei nostri articoli, ma cosa sono di preciso questi apparecchi?

Secondo la Norma CEI 62.5 3A� ed. (A� 3.63) possiamo definire come apparecchi elettromedicali quegli a�?apparecchi elettrici dotati di una PARTE APPLICATA che trasferisce energia verso il o dal PAZIENTE, o rileva tale trasferimento di energia verso il o dal PAZIENTE e che sono:
a) dotati al massimo di una connessione ad una particolare ALIMENTAZIONE DI RETE;
b) previsti dai loro FABBRICANTI per essere impiegati in:
– diagnosi, trattamento o monitoraggio dei PAZIENTI
– per compensare, lenire una malattia, le lesioni o menomazionia�?

AnzichA� tramite lo sfruttamento di energia corrente continua, A? possibile utilizzare alcuni apparecchi elettromedicali mediante batterie. Tali strumenti sono estremamente comodi laddove la salute del paziente sia strettamente collegata alla��apparecchio elettromedicale in sA�: in questo caso sarA� possibile spostarsi, anche per lunghe tratte, senza alcun problema.

Parliamo invece di sistema elettromedicaleA�per indicare un insieme di apparecchi elettromedicali combinati tra loro, definibile sempre dalla Norma CEI 62.5 3A� ed. (A� 3.64) cosA�:

a�?Combinazione, specificata dal FABBRICANTE, di piA? apparecchi, almeno uno dei quali deve essere un APPARECCHIO ELETTROMEDICALE, e interconnessi mediante una CONNESSIONE FUNZIONALE o mediante una PRESA MULTIPLAa�?.

Ad oggi, alla��interno di Studi Dentistici e Odontoiatrici, gli apparecchi elettromedicali piA? diffusi sono:
– Ablatori
– Elettrobisturi
– Turbine
– Compressori e aspiratori

In ambito veterinarioA�gli apparecchi elettromedicali piA? diffusi sono quelli propri della chirurgia (defibrillatore, elettrocardiografo, elettrobisturi, apparecchi a ultrasuoni, stimolatori neuromuscolari, aspiratori, apparecchi perA�aerosol…).

Tutti questiA�tipi di apparecchi elettromedicali e a batteria non vanno confusi con le apparecchiature da laboratorio, definibili secondo la norma CEI 66.5 (A� 1.1 punto c) come a�?apparecchiature che misurano, indicano, sorvegliano o analizzano sostanze, o che servono per preparare materiali, e comprendono le apparecchiature di diagnostica in vitroa�?.
In questo caso parliamo di bagno termostatico, centrifuga, congelatore da laboratorio, frigorifero biologico, incubatore ed altro ancoraa��

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *