La radiologia e le sue frequenze

Radiologia

Radiologia

La radiologia A? quel ramo di medicina che si occupa di fornire immagini delle parti interne del corpo umano; il suo scopo A? quello di analisi e di fornire informazioni utili alla diagnosi.

Radiografie ad alta frequenza: hanno una frequenza della��ordine di 1015 Hz dei raggi X.

I raggi X vengono utilizzati in campo medico per visualizzare ed analizzare le ossature attraverso le radiografie; infatti questi hanno un grado di penetrazione molto elevato.

I raggi X sono stati scoperti nel 1895 da W. RA�ntgen, mentre faceva alcuni esperimenti con i tubi catodici.

Uno strumento che utilizza i raggi X A? la TAC (tomografia assiale computerizzata), dal quale si ottengono delle immagini di tipo digitale, che in base alla densitA� elettronica dei tessuti assumono diverse gradazioni di grigio.

A cosa serve la TAC?

Questa viene spesso utilizzata per lo studio di strutture scheletriche e per analizzare casi di traumi cranici e rilevare possibili emorragie.A�Ancora, la TAC viene utilizzata in campo oncologico per analizzare quelle parti del corpo (come vasi sanguigni, le strutture interne del cuore e i bronchi) difficilmente osservabili con altri metodi.

Uno svantaggio non irrilevante che comporta la TAC A? la��utilizzo dei raggi X, i quali sono nocivi per la��organismo.

Radiografie a bassa frequenza: utilizzano le radiofrequenze, che sono delle onde elettromagnetiche a bassa frequenza; le quali rendono possibile la visualizzazione dei tessuti molli (a differenza dei raggi X), e la discriminazione tra tipologie differenti di tessuti.

In questa categoria rientra la risonanza magnetica nucleare.A�Viene utilizzata per analizzare i processi vascolari e nella diagnosi precoce di tumori o metastasi cerebrali e per esami di routine in casi di ernia del disco alla colonna vertebrale.

Questo tipo di esame viene svolto facendo collocare il paziente alla��interno di un grande tubo, facendo avviare al suo interno appunto la trasmissione delle radiofrequenze.A�Questa a differenza della TAC non utilizza radiazioni ionizzanti, dunque non comporta conseguenze negative per la��organismo.

Fonti: http://www.radiologiamorrone.com/
http://www.differenzatra.it/
Fonte immagine: http://www.residenciasaude.com

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *