C’A? crisi? Si rinuncia al dentista

dentista_crisi

La SocietA� di Odontoiatria di ComunitA� Italiana (SOCI), composta da dentisti che lavorano nel sistema pubblico ospedaliero, universitario e territoriale, ha deciso di lanciare un grido di allarme in merito ai danni a medio termine che la mancanza di cure o peggio di terapie non idonee possono causare.
Il problema sarA� poi esposto al convegno nazionale a�?La salute orale nella ricerca della��eccellenzaa�?, al via a Modena.
“Secondo una odierna ricerca molti italiani sono spinti dalla crisi socio-economica, sono costretti a dover fare a meno delle cure odontoiatriche o ricorrono ai “viaggi del sorriso” specialmente nei paesi dell’Europa dell’Est.
Il sistema odontoiatrico pubblico italiano risponde solo al 5 per cento circa del bisogno e non sempre in modo uniforme e con estrema competenza professionale.
Proprio per affrontare questa situazione difficile”, spiega Di Michele, “sarebbe molto importante poter potenziare i servizi sanitari con un contributi piA? elevati per il settore dell’odontoiatria di comunitA�, puntando a poter raggiungere una copertura del 10 per cento della popolazione, che abbia come primo obiettivo il diritto alla salute orale per quelle fasce di popolazione che sono soggette a vulnerabilitA� sanitaria e sociale”.
L’odontoiatria pubblica presenta elevate differenze tra le varie regioni e i dentisti pubblici che lavorano negli ospedali, nelle universitA� e ambulatori distrettuali territoriali vorrebbero poter operare secondo un’uniformitA� assistenziale all’interno dei servizi sanitari regionali. “L’assistenza odontoiatrica nel pubblico”, conclude Di Michele,”rappresenta realtA� molto avanzate professionalmente e tecnologicamente, con sistemi informatizzati e team affiatati, ma spesso anche situazioni poco sviluppate e trascurate che richiedono grandi sacrifici per il loro ripristinoa�?.
In quindici anni il progetto dell’Azienda Usl di Modena a�?Sorridi alla prevenzionea�? ha provato ad educare i piA? piccoli ai giusti comportamenti in merito all’ igiene orale e alimentare, adeguati per combattere la carie.
Sono stati cosA� incontrati oltre 23.000 bimbi con circa 1100 iniziative della durata di 5-6 ore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *