Carie dentale: quando siamo esposti al rischio?

carie dentale

carie dentale

Sempre piA? spesso la patologia che si riscontra in ambito odontoiatrico A? quella della carie dentale. Questa patologia puA? derivare da svariati fattori, che possono essere sia esogeni che endogeni, in caso particolare di predisposizione genetica.

Ci sono due fattori costituzionali che incidono sulla nascita della carie, in quanto ci sono persone soggette alla carie e persone molto piA? resistenti e meno soggette ai fenomeni cariogeni.

Ma soggetti o meno, ci sono delle cattive abitudini che potrebbero incrementare la nascita delle carie dentale; si tratta di abitudini alimentari sbagliate come la��assunzione di zuccheri in eccesso e una scarsa igiene orale.

Quali sono le cause endogene?

Tipo di salivazione: una salivazione piA? acida o ridotta puA? causare ai denti un attacco batterico. A? il caso di patologie come il diabete Mellito o il diabete insipido, in cui la produzione di saliva A? ridotta e aumenta la nascita della carie dentale.

Struttura dentaria: anche le caratteristiche strutturali dei denti possono influire nella formazione nella formazione della carie. Infatti nel caso di solchi dentali piA? accentuati A? piA? probabile che si verifichi un ristagno di residui alimentari, dando luogo alla formazione di batteri, amici della carie.

Quali sono le cause esogene?

Sono quelle che agiscono direttamente sulla superficie esterna del dente:

Placca dentale: si tratta di una patina che si deposita sulla superficie dei denti, sulla quale si sviluppano i batteri. Nella placca batterica predominano lo Straptpcoccus Mutans, il Lactobacillus acidophilus e gli actinomiceti, tra i quali quello con maggiore influenza cariogena A? il Lactobacillo.

Questa��ultimo si nutre del glucosio presente nei residui alimentari formando lattato come rifiuto. La��azione che produce A? quella di sciogliere pian piano lo smalto dentale mediante la sua aciditA�.

Alimentazione: anche un abuso di assunzione di alimenti zuccherati puA? rappresentare una minaccia per il normale equilibrio batterico del cavo orale, dando luogo alla carie.

Fumo: anche i fumatori sono piA? esposti al rischio carie dentale oltre al cambiamento del colore dei denti (che il fumo rende gialli).

Fonte: http://www.my-personaltrainer.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *