I dentisti schierati contro la legge sugli Odontotecnici

dentista low cost buy cialis toronto.

La proposta di legge A? chiara e si indirizza verso l’adeguamento del profilo dell’odontotecnico presentata alla Camera con un percorso universitario per abilitare alla professione e la presenza fissa dell’odontotecnico negli studi dentistici per utilizzare e migliorare i dispositivi protesici, questo tuttavia rischia di ” poter rendere davvero impossibile il poter combattere la lotta all’esercizio abusivo della professione”.
Questa A? la posizione raggiunta del Presidente dell’Associazione Nazionale Dentisti Italiani (Andi), Gianfranco Prada buy clomiphene online, generic zithromax. che ha poi definito la proposta che A? stata firmata dal deputato leghista Marco Rondini, ”inutile e altamente pericolosa per la salute orale dei cittadini”.
L’obbligo della presenza in studio dell’odontotecnico che non viene giustificata in merito al proprio profilo professionale per l’Andi”consente alle forze dell’ordine di poter scovare in modo facile una situazione che A? poco chiara, ma che nella totalitAi?? dei casi si puA? tradurre nella possibile denuncia del dentista e dell’odontotecnico per un esercizio abusivo della professione medica”.
L’Andi poi dal canto proprio non accetta l’apertura di un nuovo corso di laurea di tre anni che possa essere ”esclusivamente per consentire all’odontotecnico di ritoccare le protesi oggetto in studio. L’intervento viene giAi?? eseguito dal dentista abilitato.
“I dentisti, ma specialmente i pazienti, non devono avere la necessitAi?? di avere subito un odontotecnico in studio che possa ritoccare il nostro lavoro”, spiega Prada.

La presenza in studio dell’odontotecnico, non giustificata dal proprio profilo professionale, come e’ previsto attualmente, secondo l’Andi ”permette alle forze dell’ordine di individuare facilmente una situazione poco chiara, che nella quasi totalita’ dei casi si traduce nella denuncia del dentista e dell’odontotecnico per esercizio abusivo della professione medica”.
L’Andi, inoltre, si dice contraria anche all’attivazione di un nuovo corso di laurea di tre anni ”esclusivamente per permettere all’odontotecnico di ritoccare le protesi in studio – prosegue Prada – . Intervento che gia’ fa il dentista abilitato. Noi dentisti, ma soprattutto i nostri pazienti, non abbiamo la necessita’ di avere un odontotecnico in studio che faccia al posto nostro i ritocchi”. cialis_in_berlin_kaufen .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *