Informazioni utili sul radon

randon

randon

Il radon A? un gas nobile radioattivo incolore e inodore; esso A? cancerogeno e colpisce ai polmoni. Alla sua pericolositA� sono dovuti i controlli di misurazione che si rendono obbligatori nei luoghi di lavoro sotterranei o seminterrati, ove vi sia la presenza di lavoratori, i quali hanno diritto ad essere informati al riguardo.

Il radon agisce in modo sinergico con il fumo di sigaretta, dunque il rischio di cancro al polmone dovuto alla��esposizione al radon A? maggiore per i fumatori.

Quali sono le fonti del radon?

La principale fonte del radon A? il suolo, in quanto si diffonde attraverso di esso; quindi i locali piA? colpiti dal fenomeno sono di solito quelli collocati nei seminterrati o al pianterreno.

Come si misura il radon?

Lo strumento adatto alla misurazione del radon a lungo termine (in genere un anno), A? il dosimetro passivo.

Il dosimetro passivo A? uno strumento di piccole dimensioni, il quale non necessita di alimentazione elettrica. Questo strumento A? in grado di fornire un valore medio della concentrazione di radon presente nella��aria.

Per la misurazione del radon ci si puA? rivolgere ad organismi di misura che si occupano di questo, essi possono essere sia privati che pubblici.

Per proteggersi dal radon ci sono due modalitA�, una A? quella del risanamento del radon in una casa esistente, mediante la quale si adeguano le contromisure ad una struttura esistente; la��altra modalitA� A? quella della prevenzione nel caso della creazione di un nuovo edificio, predisponendolo appositamente per tale scopo (impedire o limitare la��ingresso del radon dal suolo).

Fonti: www.salute.gov.it,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *